Ascolta le voci

«Cantami, o Diva, del Pelìde Achille / l’ira funesta…».
Tutti, ma proprio tutti, conosciamo l’incipit del più famoso dei poemi, l’Iliade (qui nella traduzione di Vincenzo Monti, illustre letterato italiano). Omero invoca la divinità (probabilmente Calliope, Musa della poesia epica) perché gli dia ispirazione e lo assista, inaugurando una tradizione che dall’epica classica arriverà fino ai poemi cavallereschi del Cinquecento: a “cantare” non è il poeta, ma la Musa stessa. È a lei che il poeta dà la voce. Continua a leggere “Ascolta le voci”