Il nuovo che vorrei

Primo di gennaio: da sempre, per me, il giorno più triste dell’anno. Che piova o che ci sia il sole cerco sempre di andare a fare una passeggiata al mare, che aiuta sempre il mio animo a riappacificarsi un po’. Quale vuol essere il mio buon proposito per l’anno che verrà? VORREI ripartire da me, a 360°, per poter godere del tempo che mi è dato senza sprecarlo ad arrabbiarmi o a rimuginare.
Vorrei migliorare il mio stile di vita per stare bene, per preservare la salute e continuare a seguire le mie passioni: i concerti, le mostre, i viaggi . E vorrei salvaguardare i miei occhi per stupirmi ancora delle meraviglie del mondo: albe, tramonti, l’immensità del mare, il verde delle colline! E per leggere: cosa sarei senza i miei libri? Senza le cose che scrivo da quando ho imparato a tenere in mano la penna?
Vorrei stessero bene anche tutte le persone che mi stanno attorno, per poter condividere con loro i bei momenti, le risate, i segreti, le paure e, perché no?, anche le lacrime!
Vorrei vivere la serenità in ogni mio gesto, nella mia quotidianità. Stare bene soprattutto a partire da me stessa per essere in armonia con il mondo.
Chiedo troppo, lo so, soprattutto al “brontolo” che abita in me, ma per fortuna ho una voce sempre presente che mi fa ragionare e mi rimette sulla retta via, vero Checa?
Marta Santin

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...