Consigli di lettura: La Malaluna

Esordio narrativo del poeta friulano Maurizio Mattiuzza, “La Malaluna” racconta la storia di una famiglia di confine, gli Sbaiz, abitanti della località (inventata) di Braidevueide, nella valle slavofona del Friuli che si trova tra Nimis e Taipana.
Le vicende attraversano il periodo che va dalla disfatta di Caporetto del ’17, in seguito alla quale moltissimi friulani fuggirono dalle loro terre, convinti che i soldati austroungarici avrebbero distrutto tutti i paesi fino al Piave, e lo sbarco degli Alleati a Gela, nel ’43. Nel corso di questi vent’anni accade di tutto, dall’affermazione del regime fascista, deciso ad annullare tutte le minoranze etniche, allo scoppio di una seconda guerra mondiale, che, dopo la prima, scardina le certezze ricostruite a fatica.
Protagonisti indiscussi sono i due uomini della famiglia Sbaiz, Valentino detto Tin e Giovanni, ma anche moltissime donne, prima fra tutte Luisa, moglie di Valentino e madre di Giovanni, così minuta eppure così tenace.
Come annunciato nel prologo, “La Malaluna” è una storia di poca gente, quegli “ultimi” di cui spesso la grande Storia si dimentica e che invece, con le loro battaglie, ci ricordano che, senza di loro, oggi non saremo ciò che siamo.

Francesca Tamai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...