Consigli di lettura: Ogni piccola cosa interrotta di Silvia Celani

“«Si è rotto, papà. Si è rotto ed è tutta colpa mia. Tu non c’eri e io mi sentivo così sola. Ti avevo promesso che me ne sarei presa cura, invece guarda cosa ho fatto. Si è rotto perché non l’ho protetto nel modo giusto…»
Il papà la abbraccia. È caldo e sa di buono. «Oh, tesoro mio, sono sicuro che tu te ne sia presa cura. Anche se cerchiamo di proteggere ciò che amiamo con tutti noi stessi, non sempre siamo in grado di farlo, sai?».
«Ma niente finisce. Anche una cosa rotta può tornare a vivere». «Però, dovrai prima promettermi una cosa»
«Che cosa, papà?»
«Che non scorderai mai le tue ferite, piccola mia. Perché ogni ferita guarita, ogni cosa spezzata, interrotta e poi aggiustata è più preziosa dell’oro»!
Vittoria ha una vita perfetta: ha ventun anni, ha molti soldi, un bell’aspetto e un ‘intelligenza superiore alla media dei suoi coetanei. Questo è quello che dice sin dalle prime pagine, ma l’apparenza, come spesso accade, inganna perché dentro Vittoria è ben lontano dall’essere perfetta, è spezzata, sta andando in pezzi e nessuno accanto a lei sembra accorgersi di questo malessere. La perdita del padre da piccola, un rapporto sterile con la madre e delle amicizie superficiali la schiacciano, provocandole degli attacchi di panico che non la fanno respirare.
Ogni piccola cosa interrotta inizia proprio dalla consapevolezza di Vittoria di avere un problema da risolvere, ha delle ferite che non si sono rimarginate e che ha nascosto, per anni, dentro una corazza ben rivestita di perfezione e menefreghismo generale. Decide di rivolgersi ad una psicoterapeuta, con la quale all’inizio si dimostrerà riluttante e poco sincera, ma che alla fine le mostrerà gli strumenti giusti per poter lavorare su sé stessa e le permetterà di crescere.
Questo romanzo parla di inadeguatezza e di sofferenza, ci insegna che dobbiamo essere noi gli artefici del nostro destino e cambiare le cose che non vanno, ci insegna ad andare oltre all’apparenza e di andare oltre non accontentandosi di amicizie poco genuine.
Il percorso di Vittoria non sarà solo di crescita personale, ma la porterà ad accettarsi, con tutte le sue imperfezioni, conducendo il lettore in un incredibile viaggio interiore.
Eleonora Brun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...