Pagaiando in compagnia

Dice un vecchio detto: “quando si chiude una porta si apre un portone”… e quando la porta che si chiude è una carriera da allenatore olimpico, quella che si apre quale potrebbe essere?
È questa la domanda che si è posto Mauro Baron quando, dopo aver fatto vincere all’Italia della canoa diversi titoli, si è ritirato dalla carriera agonistica.
Così ha deciso di mettere la sua professionalità a disposizione della comunità, convinto che per vincere a 360° bisognasse AIUTARE.
Ha scelto perciò di usare la cosa che sapeva fare meglio per raggiungere questo scopo: presso il lago della Burida a Porcia (PN), insieme ad altri volontari, ha messo in piedi una scuola di canoa che non fosse solamente agonistica, permettendogli così di continuare a praticare la sua passione, ma che potesse anche essere utilizzata per diverse forme “curative”.
Così hanno preso piede diverse attività che coinvolgono, oltre alle scuole di ogni grado, anche gruppi di persone diversamente abili e gruppi di non vedenti che utilizzano lo sport come sviluppo di sensi quali l’orientamento e la sincronia.
Lo sport viene usato come mezzo rieducativo dal Sert o dai riformatori per far capire che i problemi hanno una soluzione e che non bisogna vincere sempre, ma è prezioso anche nell’integrazione di ragazzi down o con ritardi di altro tipo.
Mauro mi menziona il metodo SFERA dove Sincronia, Forza – non intesa solo come forza fisica ma come i nostri punti di forza individuali – Energia come liberazione di energia positiva, Ritmo – anche inteso circadiano- e Attivazione (come passione e motivazione) sono alla base di una rinascita e di un benessere psicofisico.
Una delle attività portata avanti con successo, in collaborazione con ANDOS, è il progetto “donne in rosa” dove la pagaiata è usata come vera e propria ginnastica riabilitativa per le donne operate al seno, per riabilitare la spalla e contrastare il linfoedema oltre che per creare gruppo di auto-mutuo aiuto tra chi ha condiviso lo stesso destino.
È proprio vero che ciascuno può realizzare grandi cose, basta mettere un po’ di noi e delle nostre capacità a disposizione del prossimo.

Marta Santin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...