Consigli di lettura: Cambiare l’acqua ai fiori

Valerie Perrin, Cambiare l’acqua ai fiori
Dove finiscono le storie di una vita dopo la nostra morte? Chi le custodisce?
Violette è la guardiana di un cimitero. Il suo incarico è stata una fuga ma anche la sua salvezza: la morte di Leonine, la figlia di sette anni, le ha consumato la vita e anche l’anima.
Julien deve rispettare la volontà della madre: deporre le sue ceneri sulla tomba dell’amante di sempre ma sempre celato al marito.
E poi c’è Francoise, la seconda moglie di Philippe, il marito di Violette che però ha cambiato identità per scappare dal cimitero, dalla verità sulla morte di Leonine e dal dolore di aver ferito Violette più volte. La giovane e affascinante donna arriva al cimitero cui Violette sovrintende perché anche Philippe è morto trascinando con sé un grosso segreto, o una grossa serie di segreti.
Infine ci sono le storie di gente comune che passa di lì e in Violette trova conforto, nella sua casa la pace e nel colloquio con i morti il senso della propria vita.
Tutte queste storie si intrecciano in un romanzo avvincente e costruito sapientemente: lettere, diari, ricordi riportano alla luce piccoli tasselli di passato che man mano che si intrecciano con il presente acquisiscono significato e realtà costruendo una nuova vita.
Lo inizi in un pomeriggio di pioggia… E non potrai farne a meno: tutto d’un fiato, nonostante le oltre 500 pagine.

Elisa Parise

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...