Ansia? Ecco l’antidoto di Seneca

“C’è il destino, la fatalità e il caso; l’imprevedibile e, d’altra parte, ciò che è già determinato. Quindi visto che c’è il caso e visto che c’è il destino, noi filosofeggiamo.” -Seneca-
Ebbene sì, l’ansia esisteva già ai tempi di Seneca, certo non la si chiamava proprio così e sicuramente non vi era una scienza psicologica a definirla tale; tuttavia i filosofi del tempo erano già impegnati a studiare il comportamento umano al fine di trovare delle linee guida in grado di migliorare il modo di vivere.
Seneca visse in un momento molto difficile di intrighi e decadenza dell’impero Romano, testimone di parecchi governi tra cui quello di Nerone, uno degli imperatori che sicuramente ha lasciato l’impronta peggiore. Seneca era anche uno dei maggiori rappresentanti della scuola filosofica degli stoici, una corrente che promuoveva uno stile di vita moderato, dove, a lor dire, si poteva raggiungere la pace interiore solo vivendo al di sopra dell’eccesso: “Niente è mai abbastanza per coloro per cui troppo è poco”.
Questo grande filosofo, da buon stoico, cercava di essere uomo virtuoso e si accorse che erano molte le persone che vivevano in uno stato di forte angoscia, molto spesso per fatti non ancora accaduti, ed è stato uno dei primi a porre le basi per definire l’ansia, cioè quella percezione che ci porta a pensare sempre al peggio.
Seneca diceva: “Quello che consiglio è di non essere infelice di fronte alla crisi; perché può essere che i pericoli davanti ai quali impallidisci […] non ti raggiungeranno mai; certamente non sono ancora arrivati. Abbiamo l’abitudine di esagerare, di immaginare o anticipare il dolore” e aveva perfettamente ragione, iniziamo a soffrire ancor prima che ce ne sia una ragione valida. A volte questa sensazione ci causa dei blocchi emotivi e ci limita nelle nostre azioni, senza permetterci di buttarci quanto vorremmo perché viviamo costantemente nella paura di quel che potrebbe capitare.
Dalle parole di Seneca dovremmo imparare a lasciare che le cose succedano e basta, senza preoccuparcene troppo a priori, è inutile passare il tempo a prepararci al futuro, cerchiamo semplicemente di vivere. Tutto potrebbe andare bene. Prendiamo le cose con leggerezza per liberare i macigni che abbiamo nel cuore.

Eleonora Brun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...